Immagina di essere il manager di un’azienda.  Sicuramente il tuo primo obiettivo sarà quello di vendere. Ma qualsiasi obiettivo, prima di essere raggiunto, ha bisogno di essere diviso in step o micro-obiettivi. Ecco, il primo micro-obbietivo che ti si proporrà davanti sarà proprio quello di far conoscere la tua azienda, o meglio ancora il tuo Brand, al pubblico. Il principale, e forse l’unico, strumento per fare ciò è la promozione.

Ci piace utilizzare termini anglosassoni, ma in realtà quando parliamo di advertsing  facciamo riferimento alla più comune forma di promozione, ovvero la pubblicità.

La pubblicità è uno strumento attraverso cui una marca si manifesta; una forma di comunicazione il cui obiettivo principale è quello di motivare il cliente all’acquisto di un prodotto rispetto ad un altro, tramite l’offerta di un beneficio aggiuntivo. Ed è proprio questo beneficio aggiuntivo che determina la preferenza di un prodotto di fronte ad un’alternativa simile.

Lo scopo ultimo della pubblicità, dunque, è quello di generare un comportamento di consumo. Ma è anche vero che spesso non tutte le campagne pubblicitarie riescono a generare questo tipo di comportamento nel potenziale consumatore, motivo per cui le aziende hanno la necessità di attuare delle strategie di marketing.

Sono numerosi i casi di persone che spendono molti soldi in campagne di advertising  che alla fine rendono poco o niente. Questo succede perchè c’è l’errata convinzione che più soldi si investono nella pubblicità, maggiore sarà l’efficacia di quest’ultima. La verità è che l’aspetto monetario è probabilmente l’elemento che conta di meno nell’azione del promuovere.

A questo punto, consentici di promuovere per un solo attimo la nostra attività. Indivisite possiede le conoscenze opportune per realizzare consulenze  caratterizzate da un approccio puramente strategico e allo stesso tempo creativo.  Se pensi di avere bisogno di consigli utili o di una strategia vincente, contattaci.

Tornando a noi, il “segreto” per realizzare buone campagne di advertising è quello di creare una relazione con il consumatore, produrre in lui delle emozioni o delle sensazioni positive. In questo senso è essenzialmente importante studiare il settore d’appartenenza, le dinamiche di mercato e soprattutto rendere la pubblicità un “momento ludico” o qualcosa che ci assomigli. Internet, i web media e i social media sono particolarmente utili in questi termini, proprio perchè offrono la possibilità di creare dei contenuti interattivi che catturano l’attenzione del consumatore e che comportano una scelta attiva di interruzione della routine quotidiana.

Non è un caso se oggi più che mai si tende a nuove forme di marketing.  Proprio a questo proposito potrebbe interessarti l’articolo in cui  parlo di inbound marketing, ovvero una forma di promozione basata sulla creazione e sulla condivisione di contenuti di qualità che, essendo utili per il potenziale cliente, generano traffico, coinvolgimento e suggeriscono una percezione di affidabilità e professionalità.

Per concludere ti suggerisco delle linee guida per creare delle buone campagne advertising: studia il tuo mercato, profila le caratteristiche del tuo cliente e coinvolgilo catturandone l’attenzione. Se pensi di non avere tempo o le competenze adatte rivolgiti a dei professionisti (Noi di Indivisite).